Google+

«

»

Stampa Articolo

Controllare una Fattura Elettronica PA

Spesso riceviamo segnalazioni di Fatture Elettroniche per la Pubblica Amministrazione che vengono scartate dal Sistema di Interscambio per motivi non immediatamente evidenti. Per evitare inconvenienti è sempre consigliato controllare la fattura sul sito di SDI prima della firma e dell’invio. A questa pagina web:

Controlla Fattura Elettronica

è possibile sottoporre il file xml che si intende inviare ad una analisi preventiva in modo da individuare in anticipo i potenziali errori. Basta selezionare il file e compilare il campo del codice di sicurezza.

L’esito del controllo

In caso di errore, avremo una schermata come questa:

2015-07-30_111239

molto spesso il codice di errore è generico (0200) però viene indicata la riga e la colonna dove si è verificato l’errore. In più, come non molti sanno, passando il mouse sulla i nel pulsante blu, si ottengono ulteriori informazioni (purtroppo in inglese):

2015-07-30_111724

In questo caso manca la provincia nell’anagrafica del cliente (riga 54 colonna 24). Già, ma come fare ad individuare facilmente la riga e la colonna in un file xml?

Aprire il file xml con un editor

Il file xml che contiene i dati della Fattura Elettronica è un semplice file di testo scritto con la sintassi dell’xml. Quindi si può aprire con un qualsiasi editor di testo, ad esempio Wordpad. Però Wordpad non evidenzia il numero di riga o colonna quindi si dimostra poco utile. Lo stesso dicasi per il blocco note. Una soluzione semplice ed efficace è Notepad ++ un ottimo editor open source, disponibile anche in italiano. Aprendo il file in Notepad ++ avremo questo risultato:

2015-07-30_113210

Notepad ++ mostra il file evidenziando gli elementi della sintassi xml, mostra il numero di riga ed in più, in basso, anche il numero di colonna. In questo modo è molto semplice individuare l’errore.

Gli errori più comuni

Se il messaggio di scarto di SDI è del tipo “File non conforme al formato – Codice di Errore 00200” ma non è indicata la riga e la colonna, probabilmente nel vostro file xml sono presenti caratteri speciali non consentiti. Un esempio è “Soft.Com di Filippo Cerulo & C.”: il file viene scartato perché la E commerciale (&) è un carattere speciale xml. Altri caratteri speciali sono: “” (virgolette), ‘ (apostrofo), < (minore), > (maggiore). Questi ultimi, però, non sempre vengono segnalati come errore.

Se si utilizzano gli allegati, può capitare che il messaggio di errore si presenti così:

2015-07-30_114830

questo significa che l’allegato (probabilmente un pdf) non è ben formato. Alcuni software di scannerizzazione, infatti, generano pdf che, per qualche sconosciuto motivo, non sono compatibili con il sistema di interscambio. In questo caso basta rigenerare il pdf con un altro programma (preferibilmente una stampante virtuale) per risolvere il problema.

Se tutto è ok….

non resta che inviare il file, firmato, a SDI ed incrociare le dita.

 

Permalink link a questo articolo: http://www.softcombn.com/nfree/2015/07/controllare-una-fattura-elettronica-pa/